TOP GUM DI DONZELLO VINCENZO


LA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA UNICA FONTE DI PROGRESSO SOSTENIBILE PER L'ITALIA

BUONGIONO   Carissimi ,! come va? è un po' di tempo che non ci sentiamo ?

Mi dovete scusare , purtroppo sono stato preso con il lavoro in primo luogo.

Poi per dire la verità sono stato a vedere alcuni sviluppi, riguardo la situazione pandemica , e le conseguenze (economico-sociale) a lei derivate.

Difatti come ammesso nelle precedenti note, potete notare come tutto ruota, intorno a questa situazione , nel cercare una soluzione ,tale  che permetta di  risolvere  questa faticosa ripartenza  combattuta dalla Pandemia.

Come documentato dai media , le attività più colpite sono proprio  quelle riferite al TURISMO -SPETTACOLO-E RISTORAZIONE.

Quindi potete immaginare I PAESI CHE MAGGIORMENTE FONDANO LA PROPRIA ECONOMIA SU QUESTE ATTIVITA' , COME SI  POSSONO TROVARE  ECONOMICAMENTE. 

Difatti stiamo assistendo ad un vero e proprio scenario di accaparramento turistico ,da parte dei paesi ,offrendo la propria disponibilità alla ricezione dei Turisti , mediante l'opzione COVID.FREE.

Praticamente  seguendo in un certo modo quello che offre  il Progetto CITTA' DI SOPRAVVIVENZA e cioè l'essere indipendenti e circoscritte dalle altre città,  mediante soluzioni sanitarie adeguate.

Quindi in realtà  secondo me, stiamo vivendo il periodo  previsto nelle precedenti note , in seguito alla non presa in considerazione del progetto CITTA' DI SOPRAVVIVENZA, come una delle soluzioni pratiche per affrontare un futuro  esigente .

Oltre alla pressione  del cambiamento climatico , si assommano le competizioni commerciali che  mettono in difficoltà i paesi carenti di materia prima.

In questo scenario ditemi Voi quale soluzione prendere in considerazione ,se non quella prevista dal progetto CITTA' DI SOPRAVVIVENZA.

Autore  Donzello Vincenzo  Top Gum di Seveso

Pubblicato il  24/04/2021



<script data-ad-client="ca-pub-4600683804646231" async src="https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js"></script>

UN PROGETTO PER IL NUOVO GOVERNO DRAGHI

BUONGIONO A TUTTI COME VA ? SPERO BENE 

Come dal titolo , notiamo come in questi giorni il paese ITALIA  sia sottoposto ad un certo Stress, NEL TROVARE UNA SOLUZIONE   DI GOVERNO dopo tante  travagliate vicende in merito.

Comunque sia , si denota una larga  simpatia  nazionale e internazionale , verso il preposto insigne Dott.  Professore  MARIO DRAGHI   illustre economista .

Difatti oltre alla competenza , occorre una buona dose di  integrità morale ,per avere la forza di districare  alcune complicate matasse.

Secondo voi quale matassa  di maggiore importanza possiamo  riscontrare attualmente nel sistema governativo italiano ? 

SECONDO ME , E' PROPRIO QUELLA RELATIVA AI SOLDI !

PROPRIO COSI' , A CAUSA DEL RECOVERY-FUND si e' creato la discordia tra i partiti.

E chi meglio di un Economista come il Profess.  DRAGHI ,PUO' AFFRONTARE QUESTO PROBLEMA?

Quindi   Auguri al Professore  di  Buon Lavoro.

DETTO QUESTO in tema con la filosofia  della CITTA' di SOPRAVVIVENZA , voglio stilare un mio VADEMECUM  di Proposta :

PROGETTO  ATTUATIVO RELATIVO ALLA FILOSOFIA  CITTA' DI SOPRAVVIVENZA:

a)  Il RICOVERY FUND   se speso bene , in progetti per un futuro ecosostenibile ,a garanzia delle generazioni future  ---- Rimodulazione delle territorio idrogeologicamente precario (Prog,  CITTA DI SOPRAVVIVENZA)  .

b) LABORATORIO  INTERNAZIONALE  DI RICERCA  PER NUOVE TECNOLOGIE  DI NUTRIZIONE

      (Agricoltura sostenibile  - Salvaguardia delle specie protette ed in via estinzione--Impiego  delle risorse  umane percettori di  aiuti (Reddito di Cittadinanza)  in Agricoltura  e comparti Patrimonio Forestale - Demaniale  - Marittimo-Assistenza  civile  e agli Anziani) .

c ) SERVIZIO CIVILE  obbligatorio per le leve giovanili abili   con specifiche in merito ad eventuali  pericoli di  emergenze sanitarie dovute  a  disastri    NUCLEARI -CHIMICHE -BATTERIOLOGIICHE .

4) RICERCA E SVILUPPO  SETTORE TRASPORTI   via aerea (Droni) - elettrico . 

5) Progettazione  EDILE  per la   costituzione di 6 città   70.000.000 di persone  sul modello città di sopravvivenza  a cuneo antisismico.

6) SCUOLA   didattica relativa a una vita comunitaria  di gruppo  nella citta di Sopravvivenza.

7) LAVORO   attualmente  incentivare le attività con  maggiore richiesta  ,sospendere momentaneamente il DURK alle imprese  piu' in difficoltà.

Promuovere la meritocrazia e le imprese  dignitose e che producono prodotti di eccellenza.

9) FUTURO   fare dell'Italia  un progetto  pilota per il Mondo intero.

Autore Donzello Vincenzo   Top Gum di Seveso  

Gorla Minore  05/ febbraio/ 2021



AUGURI DI BUON NATALE  E FELICE ANNO 2021


VINCENZO DONZELLO Top Gum di Seveso

Blog

AERONAUTICA MILITARE impiego contro l'epidemia COVID-19

Posted on April 29, 2020 at 3:27 PM Comments comments (0)
BUONA SERA CARISSIMI ! come va? Spero Bene..

Eccoci qua ,  come di consuetudine  sono appostato davanti al mio computer  cercando di dare in qualche modo qualche contributo , a questa difficile emergenza  creata dall'epidemia COVID-19.
Per cui seguendo come  da tempo  questa  mia Filosofia , nel non tralasciare qualsiasi  idea    che,  anche  se  all'apparenza  potrebbe  sembrare  banale,  mi rimetto a renderla pubblica nel farVi partecipi ,e  sottoporla al vostro parere .

COME GIA SAPETE DA DIVERSI ANNI , STO PORTANDO AVANTI QUESTO PROGETTO  -CITTA' DI SOPRAVVIVENZA , FRUTTO DELLA STESSA FILOSOFIA  COME SOPRA DESCRITTA, E CHE  STANDO AI FATTI ODIERNI  SI STA DIMOSTRANDO  COME STRATEGICA ,NEL PROIETTARE LA NOSTRA SOPRAVVIVENZA  IN UN FUTURO CHE e' GIA' COMINCIATO.

Non sto a   sottolineare  il fatto che lo stesso progetto è stato considerato futuristico, ma grazie ai migliaia di commenti che avete sottoscritto  nelle varie pagine del blog , grazie a voi ho avuto la conferma  che tale progetto sta diventando una realtà, precisamente, una soluzione  concreta  ai maggiori problemi  attuali.
Difatti  se avessimo avuto delle città  come previste nel progetto   CITTA' DI SOPRAVVIVENZA   , si avrebbe avuto il problema , ma nello stesso tempo la possibilità di isolare il contagio ,grazie alla caratteristica delle Citta' di essere l'una indipendente dall'altra.
Comunque sia  questo che stiamo vivendo  a livello globale ,potrebbe essere  dico potrebbe in tutta umiltà, un avvertimento  su un futuro che non mi permetto minimamente di ipotizzare.

Adesso premesso  questo, vengo alla mia idea che consiste  di eseguire una disinfettazione  delle  Città  maggiormente colpite  come Milano , impiegando dei mezzi aerei attrezzati, visto i  recenti studi di propagazione del Virus attraverso l'aria.

Quindi  l'unico mezzo  che può  circoscrivere  le parti esterne di  una vasta zona come  un intera città : interi edifici-strade - e parte dell'aria  sovrastante le città  sono i mezzi aerei.
Difatti  in alcune zone agricole vengono impiegati gli elicotteri  per  i trattamenti alle colture.
I vantaggi  : 1) Rapidita' dell'intervento e di ulteriori  interventi .
                   2) Costi contenuti di manodopera.
                   3) Possibilità di interessare alla  sanificazione la totalità del territorio e   la
                        cappa d'aria  che sovrasta  la città per un' altezza  sufficiente  
                        all'intercetto del Virus.
Per questo   consiglierei  L' A.M.I   Aeronautica Militare Italiana. 

autore  : Donzello Vincenzo  Top Gum di Seveso  Ex VAM dell'81° Gruppo  I.T.

NIENTE VA PERDUTO --PRESA IN CONSIDERAZIONE NOSTRO ARTICOLO PUBBLICATO DUE MESI FA SULLA RELAZIONE TABACCO -CORONAVIRUS

Posted on April 26, 2020 at 11:47 AM Comments comments (0)
BUON GIORNO CARISSIMI ! COME VA?   SPERIAMO SEMPRE IN BENE..

Bene come dal titolo  in evidenza sono a segnalare , gli eventuali  effetti generati da un articolo pubblicato due  mesi fa  relativo alla ricerca di un antidoto per il COVID-19.
Difatti  oggi mentre navigavo in internet mi sono imbattuto in un articolo riguardante la stessa materia  dell'articolo da me scritto  due mesi fa.

Precisamente   di seguito riportato .
EMERGENZA CORONAVIRUS

Donzello Vincenzo Top Gum di Seveso: Pubblicato il giorno lunedì 24 febbraio 2020 15:41

BUON GIORNO carissimi   come va?  Spero Bene.
In questi giorni stiamo assistendo  ad  un  vero e proprio  fenomeno di paura collettiva , riguardo i recenti casi di contagio da Corona virus segnalati in  Cina  per la maggiore e in altre parti del Mondo  allo stato iniziale .Comunque sia , sappiamo che stanno lavorando  i maggiori istituti  mondiali  tramite illustri scienziati del settore  medico , per trovare un vaccino  che possa arginare  questa  epidemia .Allo scopo oltre a essere  consapevole  di tutti gli sforzi che stanno facendo,  nel ricercare  questo antidoto ,nel mio semplice pensare  che cosa o cosa  potrebbe fermare  questo tipo di infezione , mi è venuto in mente  una sigaretta.
Precisamente il rapporto che puo' avere   questo tipo di Corona virus  con i principi attivi del Tabacco, e se  si puo' creare un antibiotico -medicinale -antivirale   dal tabacco.Difatti  fumare una sigaretta oggi lo vediamo,   è diventato  dannoso per la salute, come confermato da tutti i maggiori ministeri della salute.Comunque sia ho voluto dare  questa informazione , solamente perché frutto di intuizione, difatti il fumo della sigaretta  o 'odore del tabacco  si è dimostrato un ottimo repellente per i serpenti.Difatti ho chiesto ad un illustre  società di consulenza  medica se si poteva sapere  di tutte le persone contagiate, quante fossero dei fumatori, proprio per stabilire se in qualche maniera i fumatori  avessero un antidoto in più  rispetto a chi non è fumatore.
Comunque sia   qualunque cosa passa per la mente ,potrebbe essere la soluzione  ad un problema , sempre che sia  al bando la Presunzione ,e detta nella maniera più umile possibile .
Autore  Donzello Vincenzo  Top Gum di Seveso 

https://vincenzodonzello.vpsite.it/blog/2020/02/24/EMERGENZA-CORONAVIRUS.aspx

L'articolo  in questione  


CORONAVIRUS: chi FUMA sembra PROTETTO dal COVID-19. Ecco la CLAMOROSA ipotesi di un OSPEDALE di PARIGI

Articolo del 25/04/2020
ore 18:41
di Team iLMeteo.it Meteorologi e Tecnici

Ogni giorno si susseguono nuove scoperte relative al COVID-19, il virus che ormai da mesi sta paralizzando l'intero Pianeta. Il mondo scientifico continua a lavorare incessantemente sul vaccino che si spera possa arrivare quanto prima.
Tuttavia, alcuni studi mettono in campo altre scoperte, come per esempio quella fatta in Francia la quale potrebbe avere risvolti davvero clamorosi. Stiamo parlando di un'osservazione clinica fatta dall'ospedale di Parigi di La Pitié-Salpetrière dalla quale è emerso che solamente il 4,4% dei 343 pazienti Covid-19 ricoverati (età media 65 anni) è un fumatore.
La domanda nasce quindi spontanea: chi fuma è in qualche modo maggiormente protetto dal COVID-19? La ricerca, appena pubblicata poche ore fa sul sito Qeios, ha esaminato il profilo di 139 pazienti che hanno consultato un medico con sintomi non gravi (età media 44 anni). E il risultato è stato simile: solo 5,3% di essi è un fumatore.

A prima vista, è un dato che stravolge i pensieri della maggior parte dei virologi, secondo cui il tabacco è tra i fattori di rischio di fronte a una malattia come il Coronavirus che provoca gravi insufficienze respiratorie e che attacca dunque sopratutto i polmoni.
Gli autori dello studio francese, tra cui l’epidemiologa Florence Tubach, scrivono: “il nostro studio trasversale suggerisce che i fumatori hanno una probabilità molto più bassa di sviluppare un'infezione sintomatica o grave rispetto alla popolazione generale".
"L'effetto è significativo: il rischio è diviso per cinque per i pazienti ambulatoriali e per quattro per i pazienti ricoverati. Raramente lo vediamo in medicina" ha aggiunto la d.ssa Tubach.
I ricercatori ipotizzano che il "recettore nicotinico dell'acetilcolina" abbia un ruolo centrale nel propagarsi del virus e che sia all'origine della varietà di sintomi del Covid-19, tra cui la perdita dell'olfatto e disturbi neurologici.

"Sulla base di questi risultati, non dobbiamo concludere che ci sia un effetto protettore del fumo di tabacco, che contiene molti agenti tossici" ha avvertito l'epidemiologa. In parole povere, la nicotina potrebbe avere un effetto protettivo. Ovviamente per verificare l'ipotesi, l'ospedale parigino ha lanciato una sperimentazione basata sull'applicazione di cerotti alla nicotina con dosaggi diversi e con diversi scopi: preventivo, per capire se possono funzionare per proteggere il personale medico-sanitario e terapeutico su pazienti ricoverati, al fine di diminuire la sintomatologia, o su quelli in rianimazione.

Il direttore generale della Sanità, Jerome Salmon, ha ricordato tuttavia che il tabagismo provoca 75 mila vittime ogni anno in Francia e che è un fattore aggravante per patologie cardiovascolari, respiratorie e tumori.
Identica prudenza arriva dall’Italia.
https://www.ilmeteo.it/notizie/coronavirus-chi-fuma-sembra-protetto-dal-covid19-ecco-la-clamorosa-ipotesi-di-un-ospedale-di-parigi


Bene lascio a voi la valutazione ...

Autore Top Gum di Donzello Vincenzo






0